• HOME
  • CHI SIAMO
  • MANUELE
  • IL VOSTRO SPAZIO
  • LINKS AMICI
  • CONTATTACI
  • IL LIBRO

COLLOQUI



21.02.2004

Amore...una forza soffice tra le mani di Dio



Che la benedizione di Dio si versi in questi fogli, per poter mandare luce dove è buio, certezza dove c'è dubbio, speranza dove c'è il rifiuto, amore dove c'è odio, calma dove c'è angoscia, serenità dove c'è agitazione e in nome del mio buon Dio, ogni genere di benedizioni.

Sono Manuele, assegnato a te come Guida angelica, per riempirti e riempire chi ti circonda della più vera ed efficace illuminazione.

Vengo nel nome del Creatore. Con me si raduneranno Angeli e Guide per istruzione, per devozione, per amore.

Ora, io, in te e con te voglio cominciare parlando dell'Amore.

Negli occhi l'espressione assapora il vero significato dell'Amore. Non si presentano dubbi quando l'anima sente il suono da tanto tempo atteso.

Parlo d'Amore perché è questa la Vita e se parlassi di Vita, dovrei parlare d'Amore: é la mia più grande vocazione.

Io voglio che l'anima vostra, lasciandosi trasportare dell'incontenibile forza che guida, penetri nello stato di purezza e sentimento, perché io voglio essere lì per voi, per me.

Carissima anima, a me alleata, ti spingo ad amare come a respirare.

Amata dolcezza, trasmetti l'evidenza dei miei pensieri, che possano raggiungervi attraverso il desiderio vivente di ascoltare la mia voce ed io poter entrare, manifestarmi nitido, e sollevare l'amore verso su, verso la direzione fantastica che porta il mio essere, dove lo spazio diventa un sogno da condividere insieme a voi.

Tutto quel che esiste, dalla natura alla fantascienza, è la determinazione del pensiero del Creatore che, trasmettendo l'energia vitale verso ogni creatura vivente, diventa realtà.

È un gesto enorme ed infinito. Si chiama Amore questa forza soffice tra le mani di Dio, questa forza presente in ogni essere vivente quando l'Amore penetra in ogni direzione.

Solo i dolci e genuini sentimenti restano e si formano a catene che contagiano d'amore; che spingono all'innamoramento verso tutto l'esistente, verso la propria anima, perché questa ha un diretto linguaggio con il proprio essere.

Il mio volere diviene realtà ed io, seduto su una stella, ammiro e contemplo le indescrivibili bellezze.

Se soltanto vorreste percepire, ditelo con voce soave e melodica invasa di forza interiore.

Io calerò una corda di luce decorata di preziose pietre che si formano con scintille di stelle che raccolgo quando sfioro ogni passaggio di esse, perché si fanno apprezzare bene e hanno forme intelligenti.

A presto

Manuele





Back to top Indietro Torna su Torna su Torna alla Home Page Torna alla Home